Sistema trattamento fanghi: DREN

Funzione d’uso

Il sistema di trattamento fanghi nasce con l’obiettivo di drenare i fanghi provenienti dal ciclo di depurazione. Il fango deve provenire esclusivamente da processi depurativi a fanghi attivi o chimico-fisici.

Nella versione automatica le operazione di trattamento avvengono in automatico con la gestione del PLC , in modo da gestire le sonde di livello e valvole motorizzate. Una volta collegati i sacchi sotto le bocche di carico ed inserito il controllo in automatico di lavorazione , la macchina carica il fango attraverso l’apertura dell’elettrovalvola, sino al raggiungimento del livello massimo di contenimento del fango nel sacco.

L’estrazione del sacco pieno di fanghi disidratati da smaltire avviene alzando dalla struttura la parte mobile del coperchio superiore a cerniera, ed estraendo il sacco con apposito carrello (meccanico o manuale). Le sonde di livello possono essere utilizzate ad ultrasuoni che garantiscono il non contatto con i liquidi.

Ingresso

dren

Caratteristiche tecniche

Principalmente l’impianto è alimentato da una pompa monovite o quant’altro idoneo al trasporto dei fanghi.

Nei fanghi è opportuno che non vi siano sostanze oleose o grasse , per il fatto che possono impedire la percolazione dell’acqua attraverso le pareti di trasudazione dei sacchi .

L’impianto è costituito in carpenteria metallica elettrosaldato in cito-basica con saldatore a moto continuo, lamiera pressopiegata e calandrata o a richiesta in versione acciaio inox AISI 304 o acciaio zincato a caldo.

Il sistema è dotato di bocche di innesto sacchi , dove va collocato il sacco drenante, allacciato alla parte superiore in modo tale da sostenere il flusso di fango , a supporto dalla probabile estensione vi sono i cestelli di contenimento che contengono il volume dei sacchi. Nel sistema drenante alla base dei sacchi è collocato un grigliato zincato a caldo con spaziature idonee al sostegno dei sacchi e al drenaggio dell’acqua.

Il sistema prevede una chiusura meccanica con galleggiante per il toppo pieno. L’installazione di un sistema di omogeneizzazione del fango, unitamente ad un dosaggio di polielettrolita, rendono il sistema di disidratazione più efficiente. Affinchè il processo sia efficiente e dia risultati soddisfacenti è necessario che le caratteristiche di densità dei fanghi siano superiori al 30% nel rapporto solido/liquido.

Vantaggi

  • Elevata concentrazione di secco ottenibile;
  • Bassi costi di gestione e installazione;
  • Semplicità di manutenzione

Opzioni

  • Automatico o Manuale
  • A seconda delle esigenze del cliente la struttura può essere in lamiera verniciata, acciaio zincato o acciaio AISI 304.
  • La struttura può prevedere da 1 a 6 sacchi drenanti.

Richiedi preventivo

Sarai contattato da un nostro tecnico per studiare insieme la soluzione migliore.
Richiedi preventivo